Quasi un mese che non pubblico niente maledizione. Oggi però sono uscito ed ho fatto alcuni cambiamenti, intanto fogli più grandi, gli A4 mi davano claustrofobia delle volte; ma la novità è soprattutto la presenza di un amico immaginario, un mostriciattolo di pietra che mi accompagna durante i miei spostamenti.

Persone e scene sono tutte prese dalla realtà ed è sempre scritto e disegnato sul posto come gli altri reportage.

Non è più un diario di strada, è un fumetto di strada ora. Fatemi sapere che ne pensate!