004 bis

Innanzitutto grazie a tutte le persone che hanno partecipato scrivendo sul “diario di strada”, a chi mi ha incitato a continuare e anche a quelle che semplicemente si sono avvicinate incuriosite 🙂 In questa seconda uscita ho ancora lasciato un tema libero, ed infatti sono stati toccati vari argomenti. Siamo partiti col riportare il testo di una iscrizione apposta sulla torre Bissara (facendo parallellismi con fatti dei giorni d’oggi), fino a prendersela un po’ con i vicentini, a detta troppo freddi e distaccati. Sarà vero?! Per tutti gli altri interventi comunque vale il fatto che io sono un ambascitore che non porta pena, ma la penna! Ringrazio in particolare “Nera Pozzi” (nome di fantasia 😉 ), che con la lettera di licenziamento in mano si è intrattenuta a chiacchierare. In bocca al lupo!

(Il Diario di Strada al momento è un foglio lasciato ai passanti dove chiunque può scrivere quello che vuole)

PAG 004